Skip to main content

Benvenuti su Le Sfigatte!

Per qualsiasi domanda contattateci sui nostri indirizzi email di riferimento, info@lesfigatte.org per quel che riguarda il nostro impegno e l'associazione in generale, adozioni@lesfigatte.org per adozioni di gatti e cani e, per tutto ciò che orbita attorno al sito, webmaster@lesfigatte.org. Per aiutarci potete effettuare una donazione alla coordinate indicate qui.
Ci potete trovare anche su Facebook e Twitter.

Solidarieta' agli attivisti citati in giudizio da Promiseland (Riportiamo una sintesi del comunicato di AgireOra e la nostra posizione sulla vicenda)

[COMUNICATO]
L'AZIENDA CHE GESTISCE PROMISELAND E VEGANOK CITA IN GIUDIZIO VOLONTARI ANIMALISTI ACCUSANDO DI "CONCORRENZA" I LORO PROGETTI NON-PROFIT E VUOLE ZITTIRE LA LORO OPERA INFORMATIVA SUL CRUELTY-FREE TACCIANDOLA DI "DENIGRAZIONE"
10 agosto 2011
NRG30 srl, l'azienda di cui Sauro Martella è legale rappresentante, intraprende un'azione legale contro tre volontari animalisti: Marina Berati, coordinatrice del network animalista AgireOra, autrice di libri sulla scelta vegan e relatrice in conferenze e corsi sullo stesso argomento; Andrea Sozzi, ideatore, realizzatore e gestore del più frequentato sito di community vegan, VeganHome; e Ariella Martino, nota blogger nel settore del lifestyle e della moda vegan.
I tre si sono visti recapitare un atto di citazione che li vedrà in tribunale tra pochi giorni, con la richiesta di cancellazione di una specifica discussione sul forum di VeganHome in cui si parla del "Life Network" di Promiseland e in particolare dell'"autocertificazione a pagamento" VeganOK, nonché la cancellazione di tutto o parte del profilo su Facebook di Ariella Martino.
Inoltre, l'atto di citazione specifica che NRG30 si riserva di quantificare il "risarcimento dei danni materiali e morali subiti" in una fase successiva. [...] (Per leggere tutto il comunicato:http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=1183)

La vicenda che contrappone Promiseland, un'azienda che opera nel settore del consumo etico ed animalista, a tre attivisti animalisti ci lascia francamente sconcertati. Un attacco sul piano legale non lo riteniamo moralmente accettabile, se non altro perche' siamo su piani diversi: da una parte un soggetto economico, e dunque "forte", dall'altra una realta' "debole" che non trae alcun profitto dal proprio lavoro.
Se si ritiene ci sia da "battagliare" lo si faccia ad armi pari: questo e' un atteggiamento etico.

Non siamo inclini alle enfatizzazioni, ma crediamo legittimo leggere questa citazione come un attacco contro l'attivismo animalista delle tante persone, singole o associate, che facendo bene o sbagliando, con idee e impostazioni diverse e magari contrapposte, rifiutano di intrupparsi in logiche che non condividono o che ritengono dannose per la causa animalista.

Poco importa cosa verra' deliberato in sede processuale, se quella o quell'altra frase verranno considerate diffamatorie o meno, se a VeganHome verra' imposta la cancellazione del pezzo incriminato o se, peggio, verra' loro ingiunto un risarcimento. Quest'articolo viene volutamente pubblicato "prima" del giudizio.

Noi ci riconosciamo in quella realta' composita, contradditoria, ma viva del volontariato; quello che non vive solo di tessere e burocrazie ma di impegno individuale, ed e' per questo, senza dubbio alcuno, che esprimiamo la nostra solidarieta' a Marina, Andrea ed Ariella.

19 agosto 2011, Le Sfigatte,La Cincia, NonSoloCuccioli